Pensiero Spirituale nel mezzo del deserto10/10

           " Perché non parlo, e ho una lingua,
se il tempo ha parlato senza lingua "
Difficoltà e sfide, stazioni che vanno riviste e corrette. Esaminiamo noi stessi e ci interroghiamo sull'errore, fonte e cause, per correggerlo. Non sempre incolpiamo gli altri per i nostri errori. Questo non ci aiuterà a superarli, ma li approfondirà e aumenterà le loro conseguenze negative.
Non basta fornire spiegazioni materiali per ciò che sta accadendo a noi e a chi ci circonda: se si verifica un terremoto, diciamo che è il risultato di un movimento interiore nelle profondità della terra, e se ci colpiscono inondazioni o siccità, diciamo che è dovuto alle condizioni meteorologiche, e se siamo colpiti da guerre o crisi, diciamo per ragioni politiche, economiche, geostrategiche e altro, tutto questo può essere vero e logico, ma non basta.

La vita ci ha insegnato che questo pensiero è limitato , non equivale a una completa lettura profonda, non è integrato nell'interpretazione e nell'analisi di ciò che accade intorno a noi. Non c'è calamità che capita a una persona se non con la sua conoscenza . l'intento e di spingere la creatura sulla via del bene e di allontanarla dalla via del male.

Pertanto, il cuore deve essere sempre legato al Creatore in ogni cosa, e chiedere aiuto a Lui in ogni cosa, per quanto piccola.
Una persona può pensare all'handicap dei bambini , e interrogarsi solo sulla responsabilità del Creatore in quanto, come se lo avesse ordinato, e dimentica o  che il Creatore, quando ha creato l'uomo, lo ha creato nelle migliori condizioni , e queste distorsioni non sono altro che il risultato dell'avidità e dell'avidità di un gruppo di esseri umani, che hanno scatenato e lo sono ancora nella terra delle ingiustizie, corruzione, imprese, per amore dell'accumulo di denaro e del controllo ingiusto degli interessi delle creature, senza prendere e tenere conto degli effetti collaterali negativi che possono danneggiare gli altri. Nessun essere umano, animale o vegetale è stato risparmiato da questo. Hanno inquinato l'ambiente e lo hanno deturpato su terra, mare e aria compresi, il che ha portato alla presenza di materiali radioattivi e altro, che hanno portato e portano tuttora a queste strane, rare e innaturali disabilità, in modo diretto e indiretto. Il Creatore anche se lo ha permesso per un motivo o per un altro , sicuramente, non lo ha ne ordinato e non ha consentito di inquinare l'ambiente. 
È il creatore di tutto. Ha creato il male e non l'ha ordinato e non l'ha accettato, e ne sarà ritenuto responsabile, perché lo aveva proibito. L'uomo commette il male per scelta, libertà e volontà senza coercizione, ed è l'unico responsabile delle sue scelte.

I bambini deformati a causa delle radiazioni, degli alimenti geneticamente modificati e delle abitudini di matrimoni consanguinei nonostante la scienza ne avverta la possibilità ecc.), sono causati dall'uomo per aver penetrato le regole e le basi della convivenza con i sistemi ambientali, scientifici e accurati , senza rispettarne la natura e la scienza.
Il Creatore non odia le sue creature, ma le ama, i problemi e le disgrazie sono creati dall'uomo. Lo usa positivamente per spingere le persone verso ciò che le avvantaggia e ciò che non le danneggia, verso ciò che ha comandato e accettato per loro. Perché in questo sta il loro bene, il loro conforto e il loro successo.

Niente accade se non con ciò che le nostre mani hanno prodotto. Se impariamo la saggezza, sarà più facile per noi sapere fare, quindi capire la causa della malattia è  impostare il giusto trattamento, sistemeremo la nostra realtà e tratteremo noi stessi, in modo che la questione non si intensifichi e il problema si ingigantisca e ne traiamo beneficio. prima che sia troppo tardi.